Sportiva Lanzada
torna alla home
 Manifestazioni


Atleti


tesseramento 


consiglio

Prossimi appuntamenti


 18 marzo
Gara del
Pizzo Scalino

16 Giugno
campionato mondiale
gara in montagna
allievi
e
trofeo cadetti
(vedi delibera
comitato regionale
)

1 luglio
bike giovanile

15 luglio
summerbike
gara bike per adulti

agosto
gara di corsa in
montagna
Lanzada Ponte

19 agosto
gara ciclistica
Lanzada
Campomoro

ottobre
gara podistica
corsa del Magnan

novembre
gara di corsa
campestre

 

in evidenza


SCIASPOLATA PICCENI PIERO

Classifiche  sci alpinismo  - ciaspole velocità  - ciaspole regolarità

foto  sci - ciaspole - premiazioni e partere

befana 2018 
classifiche velocita'  regolarita' categoria  foto - video

cena sociale 
Cena rinviata al 6 gennaio

Campionati Studenteschi

studenteschi
programma>>>  
Classifiche  primo grado>>>    secondo grado>>>
Foto 1  2


Classifiche a target="_blank" href="campestre/2017/categorie.pdf"> categorie  assoluti maschile  femminile
foto >>>    video >>>


     
     

Commenti Vari

Domenica 14 gennaio ho partecipato alla Scaldagambe Winter Trail di Carvico (BG), gara di sedici chilometri e 550 metri di dislivello positivo sul Monte Canto. Nonostante sia solo alla sua terza edizione, la “Scaldagambe” è già una piccola classica della specialità e raccoglie quasi cinquecento partecipanti. Molti per il tipo di gara ed il periodo dell’anno o forse proprio per questo. Richiama infatti atleti dalle province di Milano, Monza e Brianza, Lecco, Bergamo naturalmente e Brescia ma anche dalla Valtellina. Insieme a me c’erano Dino Rossi e Franco Nani, oltre ad alcuni altri atleti della provincia di Sondrio. La particolarità della corsa sta nel fatto che si parte in pianura ma già dopo un chilometro la strada inizia a salire inesorabilmente. Il Canto (710 metri, quasi interamente ricoperto di boschi) è infatti un “monte orfano”, come ce ne sono diversi in Lombardia. La Valle San Martino lo separa dalle Prealpi Bergamasche. Il giro ad anello è vario e piuttosto impegnativo, soprattutto perché buona parte del dislivello viene affrontato nella parte iniziale del percorso. Solo il primo e gli ultimi tre chilometri sono su asfalto. Per il resto si corre su mulattiera e single-track, in un ambiente che – anche se solo per brevi tratti – può ricordare il Colmen Trail di Morbegno. Domenica il percorso era in gran parte asciutto ma il lungo traverso di ritorno in discesa che taglia il versante nord del Canto era molto fangoso e scivoloso, soprattutto dopo il primo centinaio di passaggi. Gara quindi non banale (l’anno scorso era stata posticipata di tre settimane causa ghiaccio) ed ottimamente organizzata da Carvico Skyrunning. Per chi fosse interessato, il prossimo 25 marzo è in programma negli stessi luoghi la “Sky del Canto” che prevede un giro più complesso ed articolato con una continua alternanza di salita e discesa. Propone infatti un dislivello positivo di 1280 metri (praticamente il doppio rispetto alla “Scaldagambe”) per una distanza di ventidue chilometri.
STEFANO GATTI

 
vedi altri commenti >>>>
 
 
pec:sportiva@pec.sportivalanzada.it ASD Sportiva Lanzada, via Vetto 675 23020 Lanzada SO Contattaci